MKTGsolutions

MarTech: come il marketing e le tecnologie
stanno cambiando il mondo?

Se sei un responsabile marketing e vuoi portare la tua azienda in alto, dovrai usare anche delle tecnologie specifiche. Se sei un responsabile IT non puoi ignorare il marketing. Infatti il concetto di MarTech sta diventando sempre più attuale e sta cambiando il mondo.

 

MarTech: analisi ed evoluzione di un fenomeno innovativo

 

Nell’attuale sistema commerciale, la raccolta dei dati dei clienti e degli utenti è alla base di tutte le strategie di marketing. Sapere chi sono, dove abitano e come agiscono le persone che mostrano interesse nei confronti dei tuoi prodotti o dei tuoi servizi è fondamentale per intavolare un piano di sviluppo efficiente ed efficace ma, soprattutto, sostenibile. Ad oggi, però, dovrai ammettere che benché ci sia una forte presa di coscienza di questa esigenza, si lavora ancora in una fase embrionale della stessa, dove la maggior parte dei dati raccolti sono quelli basici di anagrafica e storico acquisti. Non che sia sbagliato, anzi, è un punto di partenza importantissimo. Tuttavia, se vuoi aggredire il mercato e creare un progetto di marketing e sviluppo all’altezza delle tue aspettative, dovrai andare oltre e guardare alle straordinarie potenzialità che ha da offrirti il MarTech.

Stando a un’indagine statistica recentemente promossa, solo il 10% delle aziende e delle società utilizza appieno i dati provenienti dalle attività di marketing, perdendo quindi un elevatissimo potenziale di analisi. La difficoltà maggiore di operare nell’ambito dei big data è la grandissima mole di informazioni a cui bisogna dare seguito se vuoi, come si dice in gergo, stare sul pezzo. Viviamo nell’era digitale e le abitudini dei consumatori cambiano a una velocità straordinaria. Qualsiasi analisi tu faccia, se non è immediata o, meglio, in tempo reale, perde rapidamente qualsiasi efficacia e diventa obsoleta, risultando pressoché inutile.

 

Cosa significa MarTech?

 

Cos’è il MarTech? Avrai senz’altro già capito che si tratta della crasi di due parole: Marketing e Technologies. La loro unione genera un settore in piena espansione in un momento storico commerciale in cui questi due elementi sono intimamente connessi tra loro. L’idea che marketing e tecnologia corrano su due binari paralleli è quanto mai obsoleta. Pensa ai software che hai a disposizione anche solo per effettuare la raccolta dei dati, per organizzarli e per gestirli. A questi, aggiungi gli strumenti che ti possono aiutare nell’analisi dei dati e nella loro comprensione, oltre a quelli che ti permettono di produrre e archiviare con criterio i contenuti multimediali.

Capisci che abbiamo fatto un importante passo in avanti verso la commistione tra marketing e tecnologia, che non può che portare a un miglioramento della qualità del tuo lavoro? Oltre a questo, considera gli elementi primari dell’attività di marketing: le mailing list, per esempio, oppure l’individuazione dei target per le campagne advertising. Pensa al tempo profuso per raggiungere un risultato fruibile per il tuo scopo e pensa che, grazie agli strumenti MarTech, hai a disposizione sistemi per l’automazione che una volta impostati ti lasciano il tempo libero per dedicarti ad altre attività più proficue.

I software, d’altronde, nascono per semplificarti la vita e a questo serve il MarTech. I CRM, i Customer Relationship Management, e i Data Analytics ti supportano nell’analisi dei dati. I CMS, Content Management System, ti aiutano nella gestione delle multimedialità. I software di marketing automation gestiscono le attività di activity marketing. Il segreto degli strumenti di MarTech è la rapidità di esecuzione e di calcolo, che ti permette di conoscere in tempo reale quali sono le effettive tendenze che catturano l’attenzione del tuo target di riferimento. Questo ti aiuta a recepire nuovi potenziali clienti e fidelizzare quelli che, invece, hanno già avuto la possibilità di entrare in contatto con la tua realtà. Una fortissima forma di MarTech, sebbene considerata quasi preistorica, è la carta fedeltà dei negozi. La tessera, infatti, registra gli acquisti effettuati e crea un database unico per quel cliente, che le aziende possono utilizzare per inoltrare messaggi su promozioni personalizzate, per esempio, in modo tale da avvicinare il cliente al brand in maniera naturale.

 

MarTech: tra bot e CRM, il futuro è già qui

 

Il concetto di MarTech è relativamente recente essendo stato introdotto solamente nel 2017 ma in questo breve lasso di tempo il suo sviluppo è stato sorprendente. Se desideri essere competitivo nel mercato devi necessariamente investire nella tecnologia. Oggi puoi contare su oltre 5.000 piattaforme di MarTech, ampiamente utilizzate da tantissime aziende e brand che hanno capito la forza dell’evoluzione e nell’innovazione.

piattaforme martech marketing tecnologie

Il MarTech è sempre più spesso al centro dei convegni tecnologici, anche perché è dimostrato che le aziende che hanno scelto di investire nella tecnologia hanno ottenuto ottimi riscontri in termini di crescita. Investire nell’innovazione significa migliorare la user experience ma, soprattutto, veicolare i dati in modo tale che sia la stessa esperienza d’utilizzo degli utenti a fornire le informazioni adatte per costruire un piano di marketing efficace. Secondo una proiezione resa nota recentemente, i brand che avranno seguito correttamente la logica del MarTech, entro il 2021 potrebbero veder crescere il loro valore di mercato mediamente del 30%. Sono numeri molto importanti che devono essere considerati come proiezioni previsionali medie, ma possono certamente darti il polso della forza che il MarTech ha e avrà sul mercato futuro.

La stessa ricerca ha evidenziato che l’evoluzione prossima del MarTech sia lo sviluppo dei bot, in un’ottica di totale automazione anche nel rapporto con gli utenti, per dare un servizio immediato, rapido ed efficiente. Pare che l’implementazione dei bot assorbirà gran parte degli investimenti delle aziende, che quindi rallenteranno nella corsa allo sviluppo delle applicazioni tradizionali per gli smartphone, coinvolte nel processo di innovazione. Sembra, infatti, che saranno proprio i bot i veri protagonisti dell’evoluzione, in particolare i chatbot, forse l’esempio più forte di quello che vuol dire affidarsi al MarTech. Se non sei convinto di fare affidamento su questo strumento, considera che già oggi sono tantissime le grandi aziende che stanno introducendo i chatbot nei loro sistemi in sostituzione dei comuni strumenti di supporto all’utente. E’ previsto che entro 3 anni oltre la metà delle più importanti imprese del mondo metterà a disposizione dei suoi utenti uno strumento come questo.

Ovviamente, dietro i chatbot c’è un grandissimo lavoro di sviluppo nel Natural Language Processing, in cui la tecnologia sta investendo tantissimo per migliorare l’intuitività e la capacità di interazione. I bot sono solo una delle tante forme di automazione e identificazione nell’ambito del miglioramento della user e customer experience, in modo tale da farla diventare omnicale.

Il punto centrale su cui ruota l’intera logica del MarTech è il CRM unico, l’archivio su cui vengono convogliati tutti i dati dei clienti provenienti anche da esperienze con prodotti e canali diversi. L’utilizzo del CRM non è certamente un tabù, sono già più del 60% le aziende che ne fanno uso e, se tu ancora non ti sei attrezzato, è ora che inizi seriamente a ragionare sul suo impiego. Come detto in precedenza, la maggior parte delle aziende è ferma a un concetto passato di CRM ma già diverse realtà hanno cominciato a usare il CRM dinamico, che integra i dati provenienti da diverse fonti.

 

Falsi miti sul MarTech innovativo

 

Ovviamente, lo sviluppo del MarTech porta con sé parecchi interrogativi, che molto probabilmente faranno parte anche delle tue incertezze legate a un investimento così importante nell’innovazione. Tra verità, leggende metropolitane e mezze bugie, quello del MarTech è senz’altro un ambito ancora tutto da esplorare, del quale devi però sapere alcune cose fondamentali.

La tecnologia non sta uccidendo la creatività. Partiamo da questo presupposto, perché è uno dei miti maggiormente diffusi, che non ha nessun fondamento ma per il quale, anzi, si verifica l’opposto. Il marketing sta assumendo caratteristiche sempre più scientifiche, che derivano dall’interpretazione dei dati. La creatività, però, è l’elemento che, ieri come oggi, diversifica maggiormente le campagne. In futuro la creatività sarà il vero fattore unico di diversificazione che renderà la user experience di un brand maggiormente accattivante rispetto alle altre.

Non basta analizzare ed elaborare i dati affinché questi portino al successo desiderato, è anche importante che vengano impiegati con furbizia e ingegno, altrimenti si perdono nella massa. Continua a concentrare la tua attenzione sull’aspetto umano del marketing e utilizza i CRM solo come impalcatura di sostegno per i tuoi progetti. Con il MarTech, come abbiamo visto, tu puoi anche inviare una DEM rapidamente, in modo perfetto, ma se il suo contenuto non è soddisfacente per chi la riceve, hai solo sprecato il tuo tempo, comunque. Per questa ragione nei team marketing aziendali dev’essere sempre presente una figura creativa e una tecnologica. È falso pensare che i CMO devono improvvisamente trasformarsi in esperti IT per stare al passo ma è più corretto che il team si diversifichi e che ci sia la componente più creativa e quella più scientifica. Marketing and Technology, in una parola sola: MarTech.