TECHsolutions

Social Learning e formazione aziendale: è il momento della condivisione

In un’era dominata dall’innovazione tecnologica e dalla costante richiesta di specializzazione, la formazione aziendale è diventata cruciale per tutte le aziende. Le quali sembrano aver finalmente scoperto il potere dell’apprendimento condiviso

 

L’importanza di investire nello sviluppo e nell’ampliamento delle competenze dei propri dipendenti è ormai diventata chiara per tutte le aziende che vogliono essere realmente competitive.

In un mondo dominato dalla tecnologia in costante evoluzione e dal continuo “ricambio” di nuovi prodotti e servizi, solo il “capitale umano” rimane un fattore inimitabile.

Per fare davvero la differenza, quindi, le imprese sono chiamate a investire nella formazione dei propri dipendenti. Non solo, nel farlo devono attuare una strategia ben pianificata che includa sistemi di apprendimento moderni ma soprattutto efficaci.

Tra questi, sta riscuotendo un successo crescente il Social Learning, un approccio formativo innovativo che ha nella condivisione e nel coinvolgimento i suoi punti di forza.

Ma cosa significa Social Learning per le imprese? Quali sono i vantaggi che questa metodologia può dare nei percorsi di formazione aziendale?

 

Che cos’è il Social Learning: origini e caratteristiche

 

La teoria del Social Learning o “Apprendimento Sociale” ha origine dagli studi dallo psicologo canadese Albert Bandura che negli anni Settanta rivoluzionò il concetto di “apprendimento”.

Sino ad allora, gli approcci comportamentistici avevano inteso l’apprendimento solo come uno scambio di nozioni o di contatto diretto con gli oggetti. Bandura, al contrario, riteneva che si potesse “imparare” anche tramite esperienze indirette, ovvero attraverso l’osservazione di comportamenti e di modelli altrui.

Nella teoria del Social Learning, quindi, l’apprendimento avviene tramite l’interazione sociale che porta gli individui a osservare, memorizzare e utilizzare le informazioni acquisite quando necessario.

Per indole l’essere umano imita i gesti, i linguaggi e le azioni altrui e così facendo acquisisce i comportamenti. Nel Social Learning l’apprendimento è pertanto un atto sociale, ovvero stimolato dalla condivisione nell’ambito di un contesto sociale.

È evidente, che il Social Learning può trovare applicazione non soltanto nel settore della formazione tradizionale ma anche in quella aziendale.

Nelle aziende, infatti, lo scambio di idee e di conoscenze può contribuire sia al miglioramento delle competenze e della motivazione dei dipendenti sia al rafforzamento del senso di appartenenza.

 

sociallearning

 

Il Social Learning per la formazione in azienda

 

Secondo la celebre teoria della “Curva dell’Oblio” di Hermann Ebbinghaus la mente umana riesce a ricordare solo il 10% delle nuove informazioni apprese. Le persone, quindi, dimenticano velocemente, il che rappresenta un grande problema in termini di formazione.

Il Social Learning applicato ai percorsi di formazione aziendale può contribuire a incrementare questa percentuale.

Questo avviene perché la formazione si attua attraverso l’osservazione, il confronto e la condivisione tra colleghi. Facendo dell’apprendimento di nuove conoscenze una parte integrante della cultura aziendale.

Inoltre, imparando da esempi, gesti e azioni altrui, le conoscenze sono trasferite agli altri costantemente, favorendo la cristallizzazione del sapere e l’aumento della retention.

 

Esempi concreti

 

In che modo, quindi, integrare il Social Learning nei processi di formazione delle aziende?

Visto che l’obiettivo è incoraggiare lo scambio delle conoscenze in maniera naturale, per usare il Social Learning nell’apprendimento aziendale è sufficiente attivare una serie di “strumenti sociali”.

Fare Social Learning nelle aziende non significa quindi creare dei corsi in aula di gruppo ma predisporre “canali” come:

  • Wiki Aziendale: Realizzare una wiki aziendale è un modo molto utile, semplice e immediato per condividere le informazioni. La wiki può riguardare tutti gli aspetti organizzativi e procedurali dell’impresa. Deve essere sempre aggiornata con consigli e soluzioni e accessibile a tutti;
  • Forum & FAQ: Per creare una cultura formativa collaborativa un forum interno è l’ideale perché stimola l’interazione e la collaborazione e consente il confronto tra i dipendenti. Lo stesso vale per le FAQ, “pillole di conoscenza” condivise dai colleghi più esperti con gli altri;
  • Gamification & Ricompense: Con questi strumenti è possibile stimolare l’apprendimento dei dipendenti. Il primo permette di tenere traccia dei progressi effettuati. Le seconde incentivano sia l’acquisizione delle conoscenze che la condivisione del know how aziendale;
  • Video chat: Grazie alle video chat l’apprendimento diventa immediato grazie a un maggior coinvolgimento dei dipendenti;
  • Piattaforme di Learning Management System (LMS): Introdurre nella propria azienda una piattaforma di LMS può facilitare lo scambio delle competenze nell’organizzazione;
  • Active Learning: Molto utile è anche stimolare attività di Active Learning, ovvero “sessioni” durante le quali si mette in pratica quando appreso.

Per usare il Social Learning nella formazione aziendale è quindi fondamentale investire nelle tecnologie ma anche incentivare la partecipazione e favorire la circolazione del sapere.

 

I vantaggi del Social Learning per l’apprendimento in azienda

 

Grazie al Social Learning è possibile conseguire gli obiettivi di formazione in maniera più efficace e con un minor investimento.

Prima di pianificare una strategia, che va sempre commisurata alle dimensioni e alla realtà aziendale, è bene però verificare lo “stato di partenza”, sondando le skill dei dipendenti e la propensione al coinvolgimento.

Per fare della condivisione una parte integrante della cultura aziendale è poi fondamentale adottare un approccio collaborativo a tutti i livelli della scala gerarchica e fissare degli obiettivi realisticamente raggiungibili.

Detto questo, i vantaggi del Social Learning per la formazione aziendale sono numerosi.

Innanzitutto l’apprendimento è non solo continuo e sempre disponibile ma anche più coinvolgente ed efficace visto che le informazioni si “fissano” nella mente dei dipendenti.

In secondo luogo il Social Learning stimola la motivazione, rende i dipendenti più attivi promuovendo il costruttivismo e supporta le interazioni tra i neo-assunti e i profili senior.

Una maggior collaborazione si instaura, infine, anche all’interno dei singoli team, con benefici notevoli in termini di produttività e di qualità delle conversioni.

Risulta evidente che il Social Learning può rivoluzionare la formazione aziendale.

Questo perché adottando tale approccio è possibile trasformare un momento critico in un’opportunità di crescita e di sviluppo, in un’evoluzione e cambiamento i cui benefici sono di lungo termine.

 

banner_eulas_portale_formazione

Facebook Twitter Linkedin Instagram
Close