MKTGsolutions

Web design e SEO: come realizzare un sito web bello e ottimizzato?

Il web design e la SEO vanno di pari passo e entrambi giocano un ruolo nello sviluppo di un sito web bello e ottimizzato. L’ottimizzazione delle immagini, dei testi e della struttura sono elementi principali di un sito web che vuole essere tra i primi nei motori di ricerca.

 

Al giorno d’oggi, posizionare correttamente il tuo sito sui motori di ricerca è fondamentale ma lo è ancor di più realizzare una struttura user-friendly. Fino a poco tempo fa c’era la convinzione (errata) che un sito SEO non potesse essere anche fruibile, quindi si andava alla ricerca di un compromesso che, però, non portava all’eccellenza di nessuna delle due parti. Oggi è tutto diverso e il web design si è evoluto nella maniera corretta, permettendo di realizzare siti web belli e ottimizzati, senza particolari compromessi tra stile e funzionalità. Web design e SEO oggi vanno a braccetto e ci sono alcuni piccoli trucchi per realizzare un sito web responsive, perfetto per la navigazione lato utente e per l’indicizzazione lato web.

 

Cos’è la SEO? Introduzione rapida

 

Prima di iniziare a capire come realizzare un sito web bello e ottimizzato bisogna partire dalla base. Sai cos’è la SEO? In maniera molto semplice, questo è un acronimo che sta per Search Engine Optimization, che tradotto significa ‘ottimizzazione per i motori di ricerca’. Un sito che oltre al web design cura anche la SEO è appetibile per gli spider, ovvero gli algoritmi dei motori di ricerca che periodicamente controllano la rete per la realizzazione degli elenchi di ricerca. Più il sito risulta essere in linea con gli standard, maggiori sono le possibilità che compaia nei primi risultati di ricerca. Come ben saprai, mediamente un utente non va mai oltre la seconda pagina di risultati. Per questo più il sito è in alto e maggiori sono le possibilità di visibilità.

Come si ottimizza un sito SEO? La domanda è logica ma non è così semplice la sua risposta, perché in realtà la SEO è una combinazione di strategia, tecnica e marketing ed è solo il giusto equilibrio tra queste tre componenti che porta a ottenere il risultato desiderato.

 

Web design e SEO: l’ottimizzazione delle immagini

 

Cosa sarebbe un sito internet senza immagini? Cerca di fare mente locale e prova a ricordare un sito di successo che al suo interno non abbia nemmeno un’immagine. Probabilmente non te ne sovviene nemmeno uno e sai perché? Perché non esiste. Se vuoi che il tuo sito sia accattivante e fruibile devi necessariamente inserire le immagini. Tuttavia, non basta inserire qualche foto qua e là per colorare il sito, perché anche l’ottimizzazione delle immagini è una delle componenti base se vuoi avere un sito web con un web design bello e ottimizzato SEO.

 

SEO immagini: “A ogni immagine il suo nome”

 

Inizia dal nome: dare un nome a caso, come per esempio, ‘immagine.jpg’ è pressoché inutile ai fini SEO perché devi contestualizzare il titolo all’argomento del tuo sito. Utilizza combinazioni di parole chiave, pertinenti sia con il contenuto del sito che con quello dell’immagine. Allo stesso modo, devi prevedere l’attributo Alt. Troppo spesso, questo elemento viene quasi dimenticato e sottovalutato nell’ottica di una realizzazione SEO ma è fondamentale perché dà un contributo notevole per la scalata nelle SERP di Google e, quindi, dei principali motori di ricerca. É la didascalia dell’immagine, quindi realizzala con una combinazione pertinente di parole chiave ma non esagerare per evitare penalizzazioni. Se, poi, vuoi realizzare un sito 100% web responsive, l’attributo Alt è importante per le persone con disabilità visiva, perché viene riconosciuto e letto dai sintetizzatori vocali.

 

SEO immagini: “Non darmi il giusto peso. Dammi la giusta leggerezza”

 

Non sottovalutare nemmeno l’aspetto delle dimensioni delle immagini, perché se utilizzi file eccessivamente grandi causi un rallentamento nel caricamento del sito, che oltre a inficiare negativamente nell’esperienza d’uso lato user, ti penalizza anche nell’ottimizzazione SEO, perché il tuo lavoro viene considerato poco web responsive e, quindi, di bassa qualità.

 

ottimizzazione delle immagini di un sito web bello e ottimizzato

 

Attenzione, però, a non commettere un errore molto comune. Molti utenti inesperti pensano che sia sufficiente ridurre la dimensione delle immagini per modificarne l’impatto sul sito ma in realtà non è così. Se hai deciso di caricare sulla tua pagina un’immagine che pesa 5 Mb, che magari ha dimensioni 1200×800 pixel, non è riducendo le sue dimensioni (tramite i tool presenti sul sito) a 120×80 pixel che ne ridurrai il peso. Nel momento in cui il sito viene aperto, dovrà comunque caricare un’immagine il cui peso è di 5 Mb. Devi rielaborarla prima l’immagine, utilizzando uno dei tanti programmi di editing per immagini: al di là del classico Photoshop, che continua a essere il prodotto più completo, esistono tantissimi tool online a cui puoi affidarti per l’ottimizzazione delle immagini da caricare sul tuo sito internet.

 

Giuste keywords e creazione di contenuti unici alla base di una buona tecnica SEO

 

La realizzazione dei testi di un sito internet, che non spetta a chi si occupa di web design, ma al copywriter, è un’attività fondamentale in ottica SEO. Gli elenchi delle SERP, ossia le pagine dei risultati dei motori di ricerca, sono basati in gran parte sulla ricerca mediante parole chiave. Usando un gioco di parole, anche piuttosto banale, si può dire che le keyword sono la tua chiave per aprire i portoni di Google. In che modo? Tutti i testi che inserisci nel tuo sito vengono letti prima dagli algoritmi dei motori di ricerca e solo successivamente dagli utenti.

 

SEO testi: “Una giusta densità di keyword”

 

La logica secondo la quale Google e simili organizzano le loro SERP è prevalentemente quella della pertinenza in base a una determinata ricerca. Infarcire i testi del tuo sito di parole chiave è solo apparentemente vantaggioso, perché in realtà risulta essere deleterio. I motori di ricerca, Google in testa, negli anni hanno affinato i loro algoritmi, che al giorno d’oggi penalizzano notevolmente i siti che cercano di fare i furbi creando testi che siano appetibili per il web ma quasi illeggibili per gli utenti. La percentuale di parole chiave non dovrebbe mai superare il 4-5% del totale delle parole presenti in una singola pagina, titoli e menù compresi. Il giusto compromesso tra leggibilità e densità di keyword è sempre premiata dai motori di ricerca, così come l’originalità dei contenuti.

 

Testi SEO con giusta densità di keyword

SEO testi: “Be original and don’t copy!”

 

Non fare l’errore di cadere nel più becero dei cut and paste quando realizzi i tuoi testi ed evita anche le rielaborazioni leggere dei testi presenti sul web. Oltre a essere un reato, questa pratica è deleteria per il tuo sito. Google e gli altri motori di ricerca, infatti, hanno un sistema per riconoscere i testi copiati e penalizzano in maniera pesante i siti in cui vengono riconosciuti elementi di plagio. Questo significa che copiare i testi da un sito ben posizionato non porterà il tuo allo stesso risultato ma a quello opposto. Quindi, la morale è che tutti i testi devono necessariamente essere originali e unici. Inoltre non devono essere strutturati per la sola lettura degli algoritmi ma devono avere un elevato grado di leggibilità per gli utenti.

 

L’architettura SEO di un sito web bello e ottimizzato

 

La scansione dei motori di ricerca con i loro spider interessa anche l’architettura dei siti e non solo i loro contenuti. La scansione avviene a velocità iper e i siti che non vengono letti in maniera corretta vengono, inevitabilmente, considerati di scarsa qualità e pertanto penalizzati. Evita di inserire elementi in Flash e JavaScript. Chi cura il web design in ottica SEO sa che sono diventati obsoleti e non sono più adatti alle nuove esigenze di web responsive. La loro codificazione, infatti, è strutturata in maniera tale che potrebbero celare alcuni link di pagine presenti all’interno del sito che, quindi, non venendo trovate dagli spider scompaiono completamente dalle SERP.

 

SEO struttura: anche gli url sono importanti

 

Un altro piccolo consiglio per migliorare la struttura del sito e agevolare il suo posizionamento è la composizione di url efficaci; non tralasciare questo aspetto ma sfruttalo a tuo favore. Inserisci le parole chiave pertinenti anche nell’indirizzo della pagina, in modo tale da dare una prima importante indicazione sul suo contenuto. Facendo un esempio pratico, se stai realizzando un sito incentrato sulle scarpe e devi creare la pagina in cui si parla di mocassini da uomo, allora la url potrebbe essere nomesito.xxx/mocassini-uomo. Sempre a proposito della url, accertati che ogni tuo sito abbia il protocollo https e non http. Solo in quel modo viene riconosciuto come sito sicuro anche dai motori di ricerca e, quindi, non viene penalizzato.

 

SEO struttura: “Fast is better than slow”

 

Altro elemento fondamentale della struttura di un sito web è il tempo di risposta. Se un sito impiega un tempo eccessivamente lungo ad aprirsi, che in ambito web è nell’ordine di una manciata di secondi, sia gli utenti che i motori di ricerca non lo considerano appetibile. I primi lo chiudono e ne cercano un altro, i secondi considerano questo elemento penalizzante per le SERP. Esistono vari siti che ti permettono di verificare la velocità del tuo sito, da desktop e da mobile. Per quest’ultimo puoi provare il servizio gratuito di Google.

 

architettura sito web ottimizzato SEO

 

Crea un sito leggero, fruibile e scorrevole, elimina tutto l’eccesso e rendilo perfettamente fruibile. 
Come puoi capire, web design e SEO sono due elementi strettamente correlati tra loro ed è tuo dovere prestare la massima attenzione a entrambi, senza cadere in presunte furberie che possono penalizzare il risultato del tuo lavoro, impedendoti di raggiungere i risultati sperati.

 

Realizzare un sito web bello e ottimizzato SEO

 

Per realizzare un sito bello, accattivante e in ottica SEO hai fondamentalmente due possibilità. La prima, adatta alle piccole imprese con il piccolo budget, consiste nel trovare un grafico e un bravo sviluppatore che sappiano lavorare insieme. Se conosci dei bravi professionisti di fiducia e hai chiara in mente la struttura del nuovo sito potresti tentare questa strada.

La seconda opzione, ideale per le aziende più grandi e ambiziose, è quella di affidarsi ad un team di professionisti con un project manager che saprà guidare il progetto secondo gli obiettivi e le tempistiche prefissate. Quest’ultima scelta avrà sicuramente un costo più alto che può variare da 5 mila a 10 mila euro. Il vantaggio è il risparmio di tempo (grazie al lavoro di un project manager), i risultati sicuri e in linea con gli obiettivi iniziali (ti consigliamo di consultare sempre la sezione case studies dell’azienda a cui ti rivolgi). Riassumendo, ci sono vari modi per realizzare un sito, ma non tutti ti garantiscono un risultato desiderato che unisca il web design e la SEO. Se stai cercando un’azienda ICT in outsourcing in grado di realizzare il tuo progetto contattaci!